Articoli marcati con tag ‘comune’

Marciapiedi di via Volontari della Libertà impercorribili per il ghiaccio

Riceviamo e volentieri pubblichiamo…

Buonasera.

Ho appena scritto al Comune segnalando lo stato di grave pericolo presente nella via Volontari della Libertà.

In tale via infatti entrambi i marciapiedi (lato scuole elementari e lato Muro dell’Arcobaleno) sono ricoperti da uno spesso strato di ghiaccio, che nessuno ha pensato di rimuovere o di cospargere con un po’ di sale.

Il risultato è che entrambi i camminamenti sono praticamente impercorribili senza il grave rischio di cadere, come è successo a me stamattina alle 6,30 circa mentre mi recavo in stazione. Provare per credere!

Dopo questo sgradevole episodio (che certamente farà sbellicare dalle risa la nostra maggioranza di giunta…) ho dovuto raggiungere la stazione percorrendo la via stando praticamente in mezzo alla carreggiata, e su una strada a scorrimento veloce come la via suddetta è assai pericoloso, dato che le auto non vanno certamente piano.

Confesso che scegliere se cadere su una lastra di ghiaccio e rompermi qualcosa o essere steso da un’auto non è esattamente piacevole, e comunque faccio presente l’enorme difficoltà patita da una persona con difficoltà di deambulazione.

Giova ricordare che buona parte dei marciapiedi di via Volontari della Libertà (e anche di via Zara) sono di pertinenza del Comune, dal momento che non vi si affacciano abitazioni private ma aree comuni, come le scuole elementari, il Muro dell’Arcobaleno e il parco della Liberazione.

Speriamo che il comune, attualmente assorbito da altri pensieri ben diversi dalla sicurezza dei Vittuonesi, provveda rapidamente prima che qualcuno cada e si faccia male sul serio.

Saluti

Stefano Banda

Propaganda, non sicurezza!

Riceviamo e volentieri pubblichiamo…

Segnalo che da qualche settimana il Comune di Vittuone mi tempesta continuamente di e-mail per eventi, pranzi, cene, concerti e quant’altro. Oggi ad esempio mi è arrivato il programma delle manifestazioni per il Natale.

Pur comprendendo la necessità di pubblicizzare tali eventi, ciò potrebbe avvenire semplicemente affiggendo le locandine nei principali negozi del paese, oltre che in municipio, mentre chi ha una connessione internet ed è in grado di usarla può comodamente scaricare ciò che gli interessa dal sito stesso del comune, senza che la presenza di quest’ultimo sia continuamente “imposta” come la più invadente delle pubblicità on line.

A fronte di tutto ciò, nessun riscontro mi è MAI arrivato in merito alle varie segnalazioni fatte a proposito di poubblica illuminazione e asfalto.

E nessun intervento è stato ancora fatto; buona parte dei lampioni del muro dell’arcobaleno resta sempre spenta, e le strade continuano ad avere un curioso (e pericoloso) aspetto da apocalisse post-nucleare, in autentico stile Mad Max.

La propaganda ha la precedenza sulle necessità e la sicurezza dei Vittuonesi, come sempre!

Saluti

Stefano Banda

Altra segnalazione

Riceviamo e volentieri pubblichiamo…

Ho fatto l’ennesima segnalazione al comune di Vittuone, stavolta relativa al sottopasso ciclo-pedonale della stazione, e che vi allego per conoscenza qui di seguito.

Buongiorno. Segnalo un problema al sottopasso ciclo pedonale della stazione ferroviaria, che mi risulta essere di vostra competenza.
In corrispondenza delle scale di accesso al binario 2 c’è da parecchi mesi una vistosa perdita d’acqua che cola sui gradini.

Inoltre, entrambe le grate di evacuazione sono ostruite e l’acqua vi ristagna. Con l’arrivo della cattiva stagione c’è il rischio concreto che la formazione di ghiaccio causi pericolose cadute tra le molte centinaia di persone che ogni giorno percorrono le suddette scale.

E’ gradito, una volta tanto, un riscontro.

Saluti

L’ultima frase è dovuta al fatto che alle precedenti segnalazioni relative all’asfalto rovinato in via Piave e ai lampioni del muro dell’arcobaleno spenti (a proposito, finora nulla è cambiato) non ho mai avuto risposta alcuna, neppure un “…la ringraziamo della segnalazione ma la smetta di romperci le scatole…”.
In compenso, il Comune mi ha scritto per…mandarmi i volantini del Cenone di S.Silvestro e di un’altra manifestazione che ora onestamente non ricordo.
Evidentemente al Tenti interessa di più la propaganda elettorale che non la sicurezza dei Vittuonesi.

Saluti

Stefano Banda

Il Comune si è dimenticato che ………..

La convenzione di dieci anni fa per l’assegnazione in diritto di superficie dell’area comunale destinata alla realizzazione e alla gestione di una Residenza Sanitaria Assistita (RSA Il Gelso) contiene l’offerta della ATI, l’Associazione Temporanea di Imprese che ha vinto il bando, in cui è proposta, fra le condizioni migliorative dell’offerta stessa, anche: “l’erogazione di n. 400 pasti giornalieri, oltre a quelli erogati per la struttura, a favore di strutture del territorio, quali scuole, uffici pubblici, etc”.; senza stabilire nessun prezzo per il pasto.

A cura del Capogruppo consiliare Enrico Bodini

Da due giorni al buio!

Sabato  e domenica.  Sono due giorni che le vie Montenero, Sabotino, D’Annunzio e Trieste sono rimaste completamente al buio, tutti i lampioni spenti.

Sono state fatto due segnalazioni dai cittadini a Enel Sole, la società che si occupa di illuminazione pubblica, ma sono ancora completamente al buio.

Da Enel Sole fanno sapere che “…non conosciamo le tempistiche, dipende dal tipo di contratto che il comune ha fatto con noi…”.

Questa situazione naturalmente arreca notevole disagio agli abitanti della zona, con gravissimo pregiudizio per la sicurezza delle abitazioni, che sono più esposte all’azione dei malintenzionati.

Per uscire di casa bisogna portare con se’ una torcia elettrica perchè non si vede assolutamente nulla.

Oltretutto, dato il cielo nuvoloso e la pioggia insistente, il disagio è doppio.

Ma l’amministrazione comunale è a conoscenza di questa situazione? Perché quelle strade sono senza luce da due giorni?

Segnalazioni al comune

Riceviamo e volentieri pubblichiamo…

Buongiorno.

Vi comunico che oggi ho segnalato due criticità al sito del Comune.

La prima sono alcuni lampioni del camminamento del Muro dell’Arcobaleno, che risultano spenti.

In particolare, tre di essi (consecutivi) sono dal lato dell’incrocio con via Villoresi mentre un altro è poco più avanti, di fronte al “campo” da tennis.

La seconda, ben più importante, riguarda lo stato a dir poco scandaloso dell’asfalto di via Piave.

Ho posto l’attenzione sulle buche che ci sono poco dopo la sede della banda comunale, arrivando da via Trento, dal lato del muro del giardino Venini.

Esse sono estremamente pericolose, dato che il fogliame copre la luce del lampione stradale e le voragini risultano così invisibili, specie di sera e quando si riempiono d’acqua quando piove.

Inoltre ho fatto presente anche l’asfalto disastrato di fronte alle scuole medie e i solchi (presenti da almeno 10 anni e riparati alla meglio) all’incrocio con via Dante.

Se è vero che le magagne vengono riparate soltanto su segnalazione dei cittadini, speriamo bene…

Saluti

Stefano Banda

Questa segnalazione è del 28 ottobre scorso ma il buon Stefano è ritornato a verificare la situazione qualche giorno dopo e ieri ci ha scritto:

Stamattina ho potuto constatare che anche i lampioni del muro dell’Arcobaleno sono ancora spenti, tutti e quattro.
Naturalmente, dato che pioveva, ho riscontrato i soliti problemi di semiallagamento in quell’area, che a distanza di anni nessuno ha ancora risolto.

Nel frattempo invio un paio di foto scattate oggi verso le 14.
Una riguarda lo stato dell’asfalto di via Nino Bixio angolo via Gramsci, ove l’acqua che riempie le buche rende impossibile valutare quanto siano profonde.


E dato che sono proprio in mezzo alla strada, si può ben immaginare la loro pericolosità quando è buio, soprattutto in bicicletta.

L’altra foto è relativa agli ormai famosi “crateri” di via Piave, e direi che si commenta da sola. Essi sono, se possibile, ancora più profondi di quelli di via Bixio e notevolmente più estesi.


Non ho potuto fotografarli tutti perchè, essendo l’orario di uscita dei ragazzi dalle scuole medie, c’erano auto parcheggiate un po’ dappertutto.
Come ho già fatto notare, in quel punto non c’è praticamente mai luce o ce n’è pochissima, perchè le piante del giardino Venini arrivano fin sopra la strada (quando sono state potate l’ultima volta?), favorendo la formazione di ghiaccio in inverno, e inoltre coprono il lampione.

Comunque, a questo proposito, ho approfittato della presenza li in zona di uno dei vigili di Vittuone al quale ho fatto presente le criticità sopra descritte e lui si è fatto carico di una verifica diretta e di una eventuale segnalazione in Comune.
Speriamo bene.

Sauti

Stefano Banda

Aggiungiamo, a titolo informativo per i cittadini, a proposito di manutenzioni delle scuole, che ieri  si è allagata la palestra della scuola elementare di via Gramsci, tanto che la squadra di pallavolo ha dovuto rinunciare alla seduta di allenamento.

Che facciamo? Buttiamo giù anche questa scuola e costruiamo una cittadella ancora più grande?

Richiesta alla Regione e al Comune una nuova approvazione del PGT – Piano di Governo del Territorio

Il nostro Gruppo Consiliare, rilevando che la delibera di approvazione definitiva del Consiglio Comunale del PGT è caratterizzata da diversi vizi formali e sostanziali, ha chiesto l’inefficacia degli atti approvati e di riavviare l’iter di adozione con una nuova presentazione di osservazioni. Tali vizi possono essere così riassunti:

a) l’Amministrazione Comunale ha dichiarato di aver acquisito la documentazione derivante dalle osservazioni e i pareri sul PGT in data 18 gennaio 2011. Nonostante ciò alcuni documenti riportano la data del 19 gennaio 2011, pur essendo stati protocollati in data 18 gennaio 2011.

Si è rilevato inoltre l’indicazione del “Piano Acustico del Comune di Morbegno” all’interno delle tavole allegate al PGT, che denota in quale contesto di scarsa perizia si è operato per l’inserimento degli allegati. Con tutta evidenza detti allegati non sono neppure stati letti con la dovuta attenzione dai funzionari preposti;

b) un’analisi quantomeno superficiale e poco approfondita, da parte del Consiglio, delle 66 osservazioni e dei 2 pareri presentati. Tali documenti sono infatti stati, tutti, analizzati in sole 9 ore, così comprimendo con tutta evidenza i tempi di discussione (si pensi che per riuscire a rispettare tali tempistiche sono stati dedicati meno di 8 minuti ad osservazione, quando, secondo le disposizioni di legge e di regolamento, ciascun consigliere comunale ha 10 minuti di tempo per intervenire su ogni osservazione).

I tempi di discussione sono stati ridotti ai minimi termini (se non addirittura annullati), mentre le osservazioni non sono state approfondite o, in taluni casi, neppure considerate.

Sempre con riferimento alle osservazioni, in alcuni casi l’Amministrazione ha addirittura omesso di prendere in considerazione le osservazioni presentate e, per alcuni rilievi della Provincia, l’Amministrazione ha così contradedotto: “questa osservazione non dà luogo ad alcune risposta in quanto gli estensori del parere motivato rimandano ad una più attenta lettura dei dati contenuti nelle tabelle allegate ai documenti di PGT

Appare evidente come la controdeduzione dell’Amministrazione difetti dell’opportuna motivazione.

c) la delibera del 28 gennaio 2011 con cui è stato approvato il PGT di Vittuone è stata pubblicata sul sito della Regione e all’albo pretorio comunale priva degli allegati A, B, C, D, E che rappresentano, i primi quattro, gli interventi del Gruppo di minoranza consigliare. Non solo l’Amministrazione non ha minimamente preso in considerazione, in fase di discussione, i contributi dei privati cittadini, di persone giuridiche quali le associazioni, addirittura di Enti e gruppi Consiliari, comprimendo tutta la fase di discussione/integrazione, ma non ha neppure allegato questi necessari apporti all’elaborato finale (si rammenta che i richiamati documenti allegati sono da considerarsi come parte integrante e sostanziale della delibera)! La fase di approvazione risulta quindi palesemente viziata e da ciò ne consegue l’inefficacia dell’atto approvato e la richiesta di una nuova approvazione.

A cura del Gruppo Consiliare de L’Unione per Vittuone

RISVEGLIARE LE COSCIENZE CON LA CONOSCENZA (4)

Le “entrate” del bilancio comunale che sono venute a mancare!

Queste sono alcune (ex) entrate del bilancio comunale che qualche anno fa contribuivano con decine di migliaia di euro a finanziare le spese di gestione del Comune (manutenzione della scuola inclusa) e che questa amministrazione ha inspiegabilmente eliminato. Che danno economico abbiamo avuto da queste insensate scelte?

1) canoni di locazione del MUSIC VOX di largo Industria. Il Comune ha disdetto il contratto di affitto del locale ed ha chiesto lo sfratto del gestore. Dopo un contenzioso giudiziario i locali sono stati messi in vendita per 1.400.000€: non si è trovato nessun compratore, neanche successivamente con un prezzo dimezzato. I locali abbandonati si stanno irrimediabilmente degradando e il Comune ora non ha più il consistente canone di affitto.

2) canoni di locazione della casa-custode della scuola media di via Zara. Anche in questo caso la custode è stata invitata qualche anno fa dall’amministrazione a lasciare liberi i locali, che però in questo caso non sono neanche stati messi in vendita. La costruzione ed il giardino erano stati lasciati nel più completo abbandono e solo recentemente, dopo nostre segnalazioni con foto sulle news, alcuni volontari della Pro-loco sono intervenuti a ripulire.

3) canoni di locazione bar-tavola calda del centro Olof Palme. Dopo la chiusura della “Sportiva” questi locali non sono stati più affittati, e sono parecchi anni. Anche questo caso ha dell’incredibile: è stato demolito l’edificio della biblioteca costringendola a traslocare in locali inadatti, per costruire un mezzo-bocciodromo e nel contempo si lasciano vuoti, abbandonati al degrado, locali ed attrezzature bar inutilizzati per creare un’altra struttura simile nel nuovo mezzo-bocciodromo, a poche decine di metri di distanza.

QUIZ

Chi indovina perché non viene tagliata l’erba intorno ai cipressi sul viale del cimitero, piantumati da Legambiente con i bambini delle scuole in occasione della festa dell’albero di qualche anno fa? Visto che il “buco” segnalato nelle news della scorsa settimana è stato prontamente tappato, contiamo anche questa volta in un rapido intervento del Comune, dopo questa segnalazione.

A cura del Capogruppo Consiliare Enrico Bodini

RISVEGLIARE LE COSCIENZE CON LA CONOSCENZA (3)

Gli “investimenti” 2011 del comune: quelli previsti e quelli fatti ad oggi

Nella tabella sono riportate alcune spese “in conto capitale”, cioè manutenzioni straordinarie e acquisto di attrezzature etc, previste nel bilancio 2011 e quanto effettivamente realizzato ad oggi. Si riscontra chiaramente che l’unica spesa in corso è la riasfaltatura di alcune strade, finanziata ricorrendo ad un prestito bancario, mentre in origine doveva essere finanziata con la vendita del patrimonio immobiliare comunale. Si precisa che i tagli dei trasferimenti ai comuni della manovra governativa non hanno riguardato queste spese ma solo le spese correnti di gestione.

Codice di bilancio Settore

Previsto nel 2011 (€)

Realizzato al 27.09.2011 (€)

02.10.01.01 Asili nido e servizi per l’infanzia

14.000

0

02.04.01.05 Scuole materne

35.000

1.236

02.04.02.05 Scuole elementari

111.000

25.902

02.04.03.05 Scuola media

85.000

856

02.03.01.05 Polizia municipale

37.000

0

02.08.02.01 Illuminazione pubblica

55.000

0

02.09.06.01 Parchi e tutela ambientale del verde

210.000

4.240

02.08.01.01 Strade

1.884.000

500.960 (Mutuo)

02.09.05.05 Servizio smaltimento rifiuti

15.000

0

02.09.04.01 Servizio acqua potabile

10.000

0

02.01.05.05 Gestione di beni demaniali e patrimoniali

100.000

0

02.10.04.05 Assistenza e beneficenze pubblica

52.000

3.794

02.07.01.01 Area camper

95.000

0

E nonostante i dati di questa tabella, la maggioranza in Consiglio Comunale delibera che “la programmazione dell’Ente si sta svolgendo in linea con le previsioni e gli obiettivi previsti”.


QUIZ

Chi indovina da quanti mesi questo buco si trova “protetto” in via Piave? C’è meno da ridere però vedendo le foto sui siti www.viverevittuone.it e www.vittuonenelcuore.it sullo stato di manutenzione dei giochi per bambini nei parchetti pubblici di Vittuone.

Enrico Bodini

Capogruppo Consiliare de L’Unione per Vittuone

RISVEGLIARE LE COSCIENZE CON LA CONOSCENZA

Ecco i conti di bilancio “reali” del nostro Comune

Davanti ad una propaganda sempre più asfissiante della destra vittuonese, ritengo opportuno far conoscere ai cittadini quello che l’amministrazione si guarda bene dal pubblicare. La disastrosa situazione di crisi economico-finanziaria dell’Italia è di grande attualità e i relativi numeri si possono trovare tutti i giorni sui giornali. Ma a Vittuone come sono i conti del Comune? Quanto serve per pareggiare il bilancio? Con la seguente tabella ho voluto semplificare questi numeri e depurarli dalle cortine fumogene burocratiche ma anche “politiche” fatte al fine di edulcorare e rendere confusa la situazione economica. Ecco il risultato di bilancio, quello che effettivamente “conta” al di là delle dichiarazioni e delle operazioni di finanza creativa dell’amministrazione. Il risultato negativo di questi ultimi tre anni è evidente: il Comune deve cercare nuove entrate o diminuire ulteriormente le spese per circa 500.000 € all’anno, per raggiungere il pareggio economico di bilancio, questo senza tener conto dei recenti tagli ai fondi dei Comuni con le ultime manovre del governo.

Anno 2006

2007

2008

2009

2010

Proventi della gestione (entrate)

5.763.022,67

6.890.157,32

6.263.412,84

5.779.175,97

5.713.253,00

Costi della gestione

5.416.503,04

6.377.687,73

6.245.957,81

5.915.505,21

5.897.537,55

Risultato della gestione

346.519,63

512.469,59

17.455,03

– 136.329,24

– 184.284,55

Oneri finanziari

(interessi)

-339.854,90

-370.195,64

-378.896,48

-324.640,60

-262.212,39

Risultato della gestione compreso gli oneri finanziari

6.664,73

142.273,95

– 361.441,45

– 460.969,60

– 446.496,94

Per avere una situazione più completa dell’andamento economico-finanziario si aggiungono i dati di questi ultimi cinque anni relativi alle Spese in conto capitale (ad investimento):

Anno 2006

2007

2008

2009

2010

1.503.298,35

3.603.282,28

1.853.593,82

334.575,75

214.880,88

e i contributi riscossi per la concessione dei permessi di costruire (oneri di urbanizzazione):

Anno 2006

2007

2008

2009

2010

599.809,57

4.380.075,26

1.172.138,38

483.834,47

351.933,52

Per una maggiore comprensione ricordo che l’anno 2007 è stato quello ha registrato le entrate del centro commerciale il Destriero e le spese per il mezzo-bocciodromo. Entro settembre si dovrà fare il punto del bilancio 2011 in Consiglio Comunale, fra l’altro come far fronte al mancato incasso di due milioni di euro della vendita del terreno RSA già contabilizzato nel bilancio 2010 e come provvedere all’accantonamento di un fondo di riserva per i contenziosi in corso, ma di questo parleremo nelle prossime news.

Enrico Bodini

Capogruppo Consiliare de L’Unione per Vittuone